set 162019
 
Titolo: Diritto penale dell'economia
Prezzo: 180,00 - 15% € 153,00
Anno: 2019
Autore/Curatore: Varie
ISBN: 9788859821397
EAN13: 9788859821397
EDITORE: Utet
EDIZIONE:
COLLANA: Omnia - Trattati Giuridici
DESCRIZIONE:
0
  

 

Il Trattato, frutto dell’esperienza di didattica e professionale dei Direttori e degli Autori, analizza in modo approfondito e trasversale, un settore del diritto penale di grande rilevanza nell’odierna vita economica e sociale, sensibile ai mutamenti non solo del mondo dell’impresa e del lavoro, ma anche dei mercati e dei consumatori.
La materia riveste un grande rilievo pratico per la complessità degli interessi coinvolti e per la sua continua evoluzione normativa.
L’opera si sofferma su quattro grandi aree relative: reati societari, finanziari e bancari; reati tributari; reati fallimentari e responsabilità da reato dell’ente che può essere chiamato a rispondere dei reati commessi da dirigenti, dipendenti che operano in nome e per conto dell’ente stesso.
L’analisi delle disposizioni del codice e della normativa complementare, parte da un’esegesi del dato normativo arricchita dagli spunti offerti dalla dottrina più accreditata e dallo studio dell’applicazione effettuata dalla Suprema Corte, dalle Corti europee e dai Tribunali di merito.
Il Trattato rappresenta un valido supporto per il professionista per l’inquadramento e l’aggiornamento della materia.

Trattato in 2 Tomi
Disponibile dal 15/11

Il Trattato “Diritto penale dell’economia” tutti i vari tipi di reati legati all’economia:
- I reati societari: false comunicazioni sociali; impedito controllo; operazioni in pregiudizio dei creditori; infedeltà patrimoniale
- I reati tributari: elusione fiscale; dichiarazione infedele; emissione di documenti per operazioni insistenti; contrabbando; riciclaggio e autoriciclaggio
- I reati bancari: tutela della trasparenza bancaria
- I reati fallimentari: bancarotta; ricorso abusivo al credito; reati del curatore fallimentare; mercato di voto; falso in attestazioni e relazioni
- La responsabilità degli enti e il processo a carico degli enti
- I reati ambientali
- I reati in materia di lavoro

 

Il diritto penale dell’economia è uno dei settori più in evoluzione, in chiave non solo nazionale, ma anche europea ed internazionale.
A causa della crisi economica degli ultimi anni c’è stato, infatti, l’accentuarsi delle bancarotte, il moltiplicarsi dei reati tributari, la revisione dei reati contro la pubblica amministrazione.
Tra le ultime novità legislative si segnalano la c.d. Legge ‘Spazza-corrotti’ (l. n. 3/2019), il nuovo Codice della crisi d’impresa (d.lgs. n. 14/2019).
La nuova edizione del Trattato è stata arricchita anche da due nuove parti relative al diritto penale dell’ambiente e del lavoro.

STRUTTURA DEL TRATTATO

TOMO I

 

Parte I – Reati societari
IL NUOVO DELITTO DI FALSE COMUNICAZIONI SOCIALI TRA (LAW IN THE BOOKS AND LAW IN ACTION): CRONACA DI UNA DISCUTIBILE RIFORMA (ARTT. 2621-2622 C.C.)’
LE FATTISPECIE “RESIDUALI”: I FATTI DI LIEVE ENTITÀ (ART. 2621-BIS C.C.) E LA NON PUNIBILITÀ PER PARTICOLARE TENUITÀ (ART. 2621-TER C.C.)
IL NE BIS IN IDEM RIVISITATO: APPUNTI SULLA SVOLTA “PROPORZIONALISTA” DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA
L’IMPEDITO CONTROLLO (EX ART. 2625 C.C.).
LE OPERAZIONI IN PREGIUDIZIO DEI CREDITORI (EX ART. 2629 C.C.) Analisi critica del delitto di infedeltà patrimoniale
ART. 2640 C.C. CIRCOSTANZA ATTENUANTE
ART. 2641 C.C. CONFISCA

 

PARTE II – Reati finanziari
ART. 187 T.U.F. CONFISCA

 

PARTE III – Reati bancari
LA TUTELA DELLA TRASPARENZA INTERNA BANCARIA E NELLE PARTECIPAZIONI AL CAPITALE DELLE BANCHE E DI INTERMEDIARI FINANZIARI

 

REATI TRIBUTARI
Parte I – I reati in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto (d.lgs. 10.3.2000, n. 74)
LE DEFINIZIONI FORNITE DALL’ART. 1
ELUSIONE FISCALE E DIRITTO PENALE
NE BIS IN IDEM E REATI TRIBUTARI
DICHIARAZIONE INFEDELE
DISCIPLINA SPECIALE DEL TENTATIVO
EMISSIONE DI FATTURE O ALTRI DOCUMENTI PER OPERAZIONI INESISTENTI
DEROGA ALLA DISCIPLINA GENERALE IN TEMA DI CONCORSO DI PERSONE NEL REATO DETTATA DAGLI ARTT. 110 SS. C.P. NEI CASI DI EMISSIONE O UTILIZZAZIONE DI FATTURE O ALTRI DOCUMENTI PER OPERAZIONI INESISTENTI
IL DELITTO DI OMESSO VERSAMENTO DI RITENUTE DOVUTE O CERTIFICATE
INDEBITA COMPENSAZIONE
I DELITTI DI FRAUDOLENTA SOTTRAZIONE AL PAGAMENTO DI IMPOSTE
PENE ACCESSORIE
CONFISCA
LA DISCIPLINA DELL’ERRORE DI DIRITTO NELLA MATERIA PENALE TRIBUTARIA
LA PRESCRIZIONE NEL SISTEMA DEI REATI TRIBUTARI
COMPETENZA PER TERRITORIO
RAPPORTI TRA PROCEDIMENTO PENALE E PROCESSO TRIBUTARIO

 

Parte II I reati in materia di imposte sulla produzione e sui consumi (d.lgs. 26.10.1995, n. 504)
LE FATTISPECIE PENALI IN MATERIA DI IMPOSTE SULLA PRODUZIONE E SUI CONSUMI
LE SANZIONI TRIBUTARIE IN MATERIA DI ACCISE

 

Parte III Indicazioni mendaci in sede di accertamento tributario
I REATI DI CONTRABBANDO

 

Parte IV I reati di contrabbando
IL DELITTO DI ESIBIZIONE DI FALSA DOCUMENTAZIONE E FALSE RISPOSTE AL FISCO
SISTEMA SANZIONATORIO AMMINISTRATIVO IN MATERIA DI CONTRABBANDO

 

PARTE V
I RAPPORTI TRA I REATI TRIBUTARI E DI CONTRABBANDO E LA DISCIPLINA DEL RICICLAGGIO E DELL’AUTORICICLAGGIO

 

TOMO II

 

REATI FALLIMENTARI
Complessiva introduzione alla riforma
I. Struttura Bancarotta, sentenza di fallimento
II. I soggetti attivi
III. La bancarotta fraudolenta patrimoniale
IV. La bancarotta fraudolenta documentale
V. La bancarotta preferenziale
VI. La bancarotta semplice
VII. LA RIFORMA DELLA BANCAROTTA IMPROPRIA SOCIETARIA ED I SUOI RIFLESSI SUI REATI DI BANCAROTTA
VIII. Art. 219 circostanze
IX. Il ricorso abusivo al credito
X. Denuncia di creditori inesistenti
XI. Ricorsi per ammissione al passivo di crediti simulati
XII. Mercato di voto
XIII. Reati del curatore fallimentare
XIV. Reati nelle altre procedure concorsuali
XV. Falso in attestazioni e relazioni
XVI. Procedura da sovraindebitamento
XVII. Art. 217-bis
XVIII. Nuove misure premiali (causa di non punibilità e attenuante ad effetto speciale)
XIX. Sequestri penali e fallimento

 

RESPONSABILITA’ DEGLI ENTI 231/2001

 

Parte I Profili di carattere introduttivo e generale
IL MODELLO DI PREVENZIONE DEI REATI NEL SISTEMA DEI CONTROLLI SOCIETARI
LA RESPONSABILITÀ DEGLI ENTI PER CRIMINI INTERNAZIONALI
LA RESPONSABILITÀ DA REATO DEGLI ENTI: NATURA E PRINCIPI GENERALI
I CRITERI DI IMPUTAZIONE OGGETTIVA: I SOGGETTI CHE IMPEGNANO LA RESPONSABILITÀ DELL’ENTE E IL CRITERIO DELL’INTERESSE O DEL VANTAGGIO
I CRITERI DI IMPUTAZIONE SOGGETTIVA: I MODELLI DI ORGANIZZAZIONE, L’ORGANISMO DI VIGILANZA E LA COLPEVOLEZZA DELL’ENTE
LA NATURA AUTONOMA DELLA RESPONSABILITÀ DELL’ENTE
RESPONSABILITÀ DEGLI ENTI E GRUPPO D’IMPRESE
Artt. 9-14, 16, 20-23 Le sanzioni
LA SANZIONE SOSTITUTIVA DEL COMMISSARIAMENTO GIUDIZIALE
IL RAVVEDIMENTO POST DELICTUM DELL’ENTE (ART. 17)
La confisca
Prescrizione

 

Parte II I reati da cui origina la responsabilità dell’ente
Art. 24 LA RESPONSABILITÀ DELL’ENTE PER INDEBITA PERCEZIONE DI EROGAZIONI, TRUFFA IN DANNO DELLO STATO O DI UN ENTE PUBBLICO, O PER IL CONSEGUIMENTO DI EROGAZIONI PUBBLICHE E FRODE INFORMATICA IN DANNO DELLO STATO O DI UN ENTE PUBBLICO
Art. 24 bis LA RESPONSABILITÀ DELL’ENTE PER I DELITTI INFORMATICI E IL TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI
Art. 24 ter LA RESPONSABILITÀ DELL’ENTE PER I DELITTI DI CRIMINALITÀ ORGANIZZATA
Art. 25 LA RESPONSABILITÀ DELL’ENTE PER I DELITTI DI CORRUZIONE
Art. 25 bis LA RESPONSABILITÀ DELL’ENTE PER I DELITTI DI FALSITÀ IN MONETE, IN CARTE DI PUBBLICO CREDITO, IN VALORI DI BOLLO E IN STRUMENTI O SEGNI DI RICONOSCIMENTO
Art. 25 bis 1 LA RESPONSABILITÀ DELL’ENTE PER I DELITTI CONTRO L’INDUSTRIA E IL COMMERCIO
LA RESPONSABILITÀ DA REATO SOCIETARIO DELL’ENTE
Art. 25 quater LA RESPONSABILITÀ DELL’ENTE PER I DELITTI CON FINALITÀ DI TERRORISMO O DI EVERSIONE DELL’ORDINE DEMOCRATICO
Art. 25 quater 1
Art. 25 quinquies LA RESPONSABILITÀ DELL’ENTE PER I DELITTI CONTRO LA PERSONA
Art. 25 sexties LA RESPONSABILITÀ DELL’ENTE PER I DELITTI DI ABUSI DI MERCATO
Art. 25 septies LA RESPONSABILITÀ DELL’ENTE COLLETTIVO PER I DELITTI DI OMICIDIO E LESIONI GRAVI O GRAVISSIME COLPOSI COMMESSI CON VIOLAZIONE DI NORME PER LA TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA SUL LAVORO
Art. 25 Octies LA RESPONSABILITÀ DELL’ENTE E IL SISTEMA DEI DELITTI DI RICICLAGGIO
Art. 25 novies LA RESPONSABILITÀ DELL’ENTE PER I DELITTI IN MATERIA DI VIOLAZIONE DEL DIRITTO D’AUTORE
Art. 25 decies LA RESPONSABILITÀ DELL’ENTE PER IL DELITTO DI INDUZIONE A NON RENDERE DICHIARAZIONI O A RENDERE DICHIARAZIONI MENDACI ALL’AUTORITÀ GIUDIZIARIA
IL «REATO TRANSNAZIONALE» E LA RESPONSABILITÀ DELL’ENTE
art. 25 Undecies LA RESPONSABILITÀ DELL’ENTE PER REATO AMBIENTALE ALLA LUCE DELLA NUOVA LEGGE N. 68/2015
Artt. 27-33 LA RESPONSABILITÀ PATRIMONIALE DELL’ENTE

 

Parte III Procedimento di accertamento e di applicazione delle sanzioni amministrative
IL PROCESSO A CARICO DEGLI ENTI

 

Print Friendly
USCITA: Novembre
PAGINE: 3800
FORMATO: 2 volumi

 Lascia un commento, se invece vuoi richiedere un preventivo clicca "Richiedi preventivo"

(richiesto)

(richiesto)